Post Fissato In Alto

REGIME DEMOCRATICO 2.0 condito con l'olio di ricino dell'ottimismo

QUANDO SI CALPESTA LA VOLONTA' POPOLARE DI 27.000.000 MILIONI DI ITALIANI, LA DEMOCRAZIA NON ESISTE PIU' ..... SI CHIAMA REGIME DEMOCRATICO, STATO DI POTERE O PEGGIO; DITTATURA.

http://www.beppegrillo.it/…/parlamento/pdf/5G5S_18.03.16.pdf

sabato 25 febbraio 2017

“FURBETTI” DELLA SANITA’ E LA CULTURA MAFIOSA:

Due notizie si legano oggi in modo inscindibile e descrivono bene, il quadro generale della situazione del comparto sanità. Una situazione come specchio dell’Italia pervasa, forse a sua insaputa o forse per necessita indotte, dalla cultura mafiosa. E si badi: non sono furbetti, sono reati penali gravi.

Da sempre Mafia è sanità vanno a braccetto. I primi veri mafiosi eccellenti furono anche, guarda caso, medici, oltre a banchieri, politici e professionisti vari. ...... Non mi piace fare ammucchiate con dentro tutto e tutti, infatti non lo voglio fare, abbiamo anche tantissimi medici onesti e coinvolti socialmente, che fanno il loro lavoro con dedizione e passione, uno per tutti Gino Strada, e questo basta per far notare le differenze, che voglio sottolineare. Ma questa questione è molto seria, è una realtà storica incontrovertibile da cui partire per analizzare il fenomeno della sanità in Italia oggi ..... A vertici imposti, corrispondono potenziali illeciti. ... Come diceva Pasolini ?... “ sò, ma non ho le prove”…. Beh, forse le prove del malaffare sanitario ci sono eccome.

Vi propongo il sottotitolo della maggior parte dei quotidiani di giornata.
"Ai domiciliari medici, tecnici, infermieri e sociosanitari." ... fra loro, "attenzione", anche sindacalisti

E quello di una testata siciliana
“L’attesa infinita per un esame medico: 515 giorni per una risonanza magnetica, 185 per un’ecografia al seno”

Che dire: FINALMENTE tutti appassionatamente (i mainstream) contro un nemico vero della patria, e NON quelli creati ad hoc, opportunamente, per interesse di corporazione. Il nemico è quello delle infiltrazioni mafiose dentro il comparto sanitario italiano. Ma alle parole e ai titoli di giornale, devono seguire fatti concreti. Siamo stufi di continuare a sostenere con le nostre tasse questa gente. Questi malavitosi in camice bianco. Serve una presa di coscienza collettiva su questa questione.

  • Che farà la Lorenzin con i direttori generali della sua sanità. 
  • Che faranno i sindacati della loro sanità. 
  • Che farà l’ordine dei medici dei suoi medici (mai stato tanto disordine culturale e legale in un ordine). …. 
  • CHE FARANNO ? ….
Perchè questa sanità…NON E’ PIU’ COSA NOSTRA.

Leonardo Sciascia, poeta e scrittore siciliano, scrisse: «La più completa ed essenziale definizione che si può dare della mafia, crediamo sia questa: la mafia è un'associazione per delinquere, coi fini di illecito arricchimento per i propri associati, che si impone come INTERMEDIAZIONE PARASSITARIA, e imposta con mezzi di violenza, tra la proprietà e il lavoro, tra la produzione e il consumo, tra il cittadino e lo Stato»


 http://www.ansa.it/campania/notizie/2017/02/24/furbetti-cartellino-blitz-ospedale-napoli-55-arresti_1ef762fb-b5ac-46f3-96c3-d2bccff6d8d9.html 


 

Nessun commento:

Posta un commento