Post Fissato In Alto

REGIME DEMOCRATICO 2.0 condito con l'olio di ricino dell'ottimismo

QUANDO SI CALPESTA LA VOLONTA' POPOLARE DI 27.000.000 MILIONI DI ITALIANI, LA DEMOCRAZIA NON ESISTE PIU' ..... SI CHIAMA REGIME DEMOCRATICO, STATO DI POTERE O PEGGIO; DITTATURA.

http://www.beppegrillo.it/…/parlamento/pdf/5G5S_18.03.16.pdf

giovedì 13 ottobre 2016

138 Motivi per votare NO !!! … L’Assalto premeditato alla Democrazia.

Come scardinare la costituzione partendo dall’articolo 138.

 La demolizione della nostra costituzione è un progetto pianificato, minuziosamente, passo a passo, con premeditazione politico criminale, I rappresentanti del potere costituito, insediatisi con il girone infernale della XVII legislatura. Hanno scaltramente strumentalizzando le esasperate rivendicazioni popolari di rinnovo della politica e della sua classe dirigente, esplose con il massiccio voto popolare concesso al Mmovimento 5 Stelle.

Non è complottismo. Non sono teorie travisanti i fatti. Sono avvenimenti recenti documentati, che tutti ricordiamo. Passaggi, che chiariscono bene come l’azione di smantellamento sia stato un disegno formatosi, prima dell’azione. Con Premeditazione.

Flashback :
Tutto inizia a prendere forma col governo Letta: agosto 2013, presidente della repubblica giorgio napolitano. Cittadini italiani in vacanza. Il M5S nel mese di giugno, combatte con tutte le proprie forze contro il progetto di riforma costituzionale, rigettato da autorevoli intellettuali e costituzionalisti. Nel mese di settembre, per l’esattezza, il giorno 6 del 2013, un gruppo di parlamentari in rappresentanza del gruppo istituzionale del Movimento e della cittadinanza, sale sul tetto del parlamento, come ultima opzione possibile, per manifestare con forza, contro la deroga alla procedura dell’art. 138. Deroga che avrebbe permesso di bypassare la procedura che prevede un percorso di garanzia, molto più articolato, rispetto alle leggi ordinarie. Più passaggi parlamentari e tempi più lunghi per le modifiche costituzionali. Così, come previsto dai costituenti della nostra carta costituzionale .….. I partigiani contemporanei a 5 stelle (questo l’appellativo che meritano oggi col senno del poi), senza armi da fuoco, in quell’agosto rovente, derisi, sbeffeggiati, additati come buffoni, come pagliacci, come cialtroni. Hanno, in nome del popolo italiano, alzato barricate civili, contro i killer politico criminali, incaricati di abbattere le regole democratiche del nostro paese.

Questo progetto, prezzolato dall’1% dell’elitè finanziarie, nel momento in cui scrivo, mese di ottobre del 2016, e in standby, momentaneamente parcheggiato in attesa di referendun. Vista l’approvazione a scarsa minoranza, attrraverso canguri, supercanguri e voti di fiducie. Senza mai scordarci che trattasi di riforma di emanazione governativa e non parlamentare, come prescritto dal dettato costituzionale.


Il governo non può imporre una riforma costituzionale

Le riforme costituzionali spettano al parlamento

138 ottimi motivi per dire NO !!!    


Articolo 138
Le leggi di revisione della Costituzione e le altre leggi costituzionali sono adottate da ciascuna Camera con due successive deliberazioni ad intervallo non minore di tre mesi, e sono approvate a maggioranza assoluta dei componenti di ciascuna Camera nella seconda votazione [cfr. art. 72 c.4].

Le leggi stesse sono sottoposte a referendum popolare [cfr. art. 87 c.6] quando, entro tre mesi dalla loro pubblicazione, ne facciano domanda un quinto dei membri di una Camera o cinquecentomila elettori o cinque Consigli regionali. La legge sottoposta a referendum non è promulgata [cfr. artt. 73 c.1, 87 c.5 ], se non è approvata dalla maggioranza dei voti validi.

Non si fa luogo a referendum se la legge è stata approvata nella seconda votazione da ciascuna delle Camere a maggioranza di due terzi dei suoi componenti.
   




 https://risultatim5s.it/portfolio/salvato-lart-138-della-costituzione/







c'era chi sbraitava contro la difesa dell'art. 138



c’era chi urlava buffone - alessandro di battista


http://www.beppegrillo.it/2013/06/i_partiti_vogliono_cambiare_la_costituzione_con_un_colpo_di_mano.html


http://www.beppegrillo.it/2013/09/la_costituzione_e_di_tutti_non_dei_partiti.html





Nessun commento:

Posta un commento