Post Fissato In Alto

REGIME DEMOCRATICO 2.0 condito con l'olio di ricino dell'ottimismo

QUANDO SI CALPESTA LA VOLONTA' POPOLARE DI 27.000.000 MILIONI DI ITALIANI, LA DEMOCRAZIA NON ESISTE PIU' ..... SI CHIAMA REGIME DEMOCRATICO, STATO DI POTERE O PEGGIO; DITTATURA.

http://www.beppegrillo.it/…/parlamento/pdf/5G5S_18.03.16.pdf

lunedì 2 novembre 2015

VALSAMOGGIA : FUSIONI DI COMUNI


Controparere in opposizione, all’opinione espressa dal sindaco di Valsamoggia Ruscigno, sulle fusioni di comuni. 


Proporrei per l'italia un comune unico, amministrato da un solo sindaco. Via ..... Parlamento, Senato e istiuzioni obsolete a garanzia della cittadinanza ........ Tutta roba inutile ……......E' chiaramente una provocazione, la mia, per sottolineare come fusioni eccessive, siano un'arma a doppio taglio, in quanto possono allontanare la partecipazione democratica dei cittadini dalla cosa pubblica.  Le scelte sono solo due: ….. O si è a favore della partecipazione … O si è contro la partecipazione, non esistono vie intermedie …..  Qui, in valsamoggia, ex comuni sono oggi fantasmi di se stessi, soppiantati da Municipi  consultivi, senza diritto di parola, senza possibilità di incidere nelle scelte territoriali. Questa non si può chiamare democrazia. Mi spiace, descrivere questa realtà dei fatti, ma così è. Vorrei poter scrivere altro.  ….. Come per EXPO, un’ occasione perduta. …. L’amminisrazione aveva nelle sue mani la scelta di affermare i consigli di Municipio come organi di contributo decisionale alla procedura di legiferazione locale, ma questo non è stato voluto,  Sono personalmente a favore di fusioni calibrate per dimensione territoriale e di vicinato, solo se, non incidono negativamente sulla partecipazione popolare e portano a una reale riduzione dell’ingombrante macchina burocratica. Scelte che perseguano la via di una riduzione  della partecipazione democratica, hanno solo una consequenzialità, il declino politico di chi le impone …..è  solo questione di tempo…….Buon Lavoro


Riformare l’organizzazione statale per entrare in Europa. È quello di cui si è discusso all’incontro internazionale organizzato a Tirana, a cui ho partecipato il 29 e il 30 ottobre, dopo che lo stato albanese ha attuato la riforma locale che ha visto il passaggio da 378 comuni a 61 attraverso la fusione.
Valsamoggia è stata invitata da ANCI Emilia-Romagna a presentare la propria esperienza assieme ad altre che si sono sviluppate in altri Paesi europei.
Guardare l’Unione Europea attraverso gli occhi di un Paese candidato che si sta impegnando per entrare, con cambiamenti e riforme, cercando punti di riferimento, esempi e buone pratiche, è stata sicuramente anche un’esperienza significativa per riflettere in senso generale sull’integrazione europea e sulla necessità di rilanciare politicamente questo progetto, recuperando i valori che ne sono stati alla base.

Nessun commento:

Posta un commento