Post Fissato In Alto

REGIME DEMOCRATICO 2.0 condito con l'olio di ricino dell'ottimismo

QUANDO SI CALPESTA LA VOLONTA' POPOLARE DI 27.000.000 MILIONI DI ITALIANI, LA DEMOCRAZIA NON ESISTE PIU' ..... SI CHIAMA REGIME DEMOCRATICO, STATO DI POTERE O PEGGIO; DITTATURA.

http://www.beppegrillo.it/…/parlamento/pdf/5G5S_18.03.16.pdf

venerdì 16 gennaio 2015

NOI, SALMONI CONTROCORRENTE DELL’IRREVERSIBILITA’



Signore salvaci dall’irreversibilità. L’euro è un processo irreversibile, hanno tuonato da Bruxelles e Fracoforte, …. No !!! …… al Grexit (Grecia fuori euro).
Come un castello medioevale, in punta di monte, avvolto dalla buia penombra e da fitte nebbie coprenti, mattone dopo mattone, cresce, e si mostra pubblicamente, l’inquietante progetto Europeo, …….. travisando i principi fondanti che lo hanno ispirato. Ecco il nuovo castigo a divinis, pronto per chi vuole togliersi il cappio unitario dal collo. L’Europa non è più, una scelta, ma una costrizione popolare. …..  Lo spirito fondante, attento al mantenimento in essere, della viva fiamma della voglia di unione, ha lasciato il posto al volto nascosto dietro quella maschera, piena di celesti stelline su sfondo blu.
Può una costrizione popolare, preparare il terreno di una serena convivenza tra stati ? Solitamente, qualsiasi tipo di imposizione forzata, anche se a parvenza democratica, genera focolai non sopiti di contrapposizione, se forzi una convivenza, aspettati eventi anche imprevisti.
Del resto, cosa potevamo aspettarci da quel modello che ha provveduto al proprio benessere con il metodo della colonizzazione, se non che perpetrasse se stesso. Sono questi i principi a cui la “democratica” unione si ispira ? L’inquietudine della paura, deve regnare sovrana ? Deve condizionare le scelte ? Deve distrarre l’attenzione ?
Perché questo è il filo logico lanciato da media e autorità Europee. So che chi mi legge, o leggera, per lavoro o per convinzione politica opposta, schierato pro global corporation company, dissentirà alle mie parole, caro sconosciuto lettore, sappi che la verità della nostra esistenza, non risiede in parole piene di tecnicismi, ma in concetti pieni di ideali, di morale di onestà, di pacifismo, di small context …..
Tornando alle vicende più terrene …….. 
Si ripete e, si ripeterà, lo schema tattico utilizzato per la scozia, anche con la Grecia ?  Fiumi di anatemi e funeree  previsioni. …….. come avvertenze d’uso, per evocatori di diritti di sovranità.
Cosa spetta ai poveri Greci, rei di respingere un modello distruttivo ? Quali saranno le risposte a chi chiede solo di tornare padrone del proprio destino ?
Alle armi rumoreggianti, sono state sostituite, le silenziose forme di repressione “democratica”, sottoforma di imposizioni economiche e finanziarie.  Certo che questa Europa tanto reclamizzata dalle TV nazionali, con spot iper-buonisti, tenuta insieme con la colla della persuasione più o meno occulta, mi inquieta un po, non nego un certo malessere alla strategia mediatica schierata ai nastri di partenza, da quel gigante, ormai extra large, che ingloba sempre nuove nazioni.
Vuoi mai che questi grandi raggruppamenti continentali, diventino pericolosi gli un per gli altri ? Possiamo dirci soddisfatti della creatura Europa, vista dalla parte dei cittadini ? A chi giova questa strategia del terrore ?

Proviamo a entrare in simbiosi con i salmoni reali, risaliamo controcorrente le costrizioni   Europee e riportiamo il nesso logico fondante del pensiero Europeo, alla sua vera natura,
Per le funzioni vitali del corpo umano, l’irreversibilità identifica, la morte del soggetto.    

Che l’Europa torni a essere UNA SCELTA !!! …. Reversibile …………  

 



Nessun commento:

Posta un commento