Post Fissato In Alto

REGIME DEMOCRATICO 2.0 condito con l'olio di ricino dell'ottimismo

QUANDO SI CALPESTA LA VOLONTA' POPOLARE DI 27.000.000 MILIONI DI ITALIANI, LA DEMOCRAZIA NON ESISTE PIU' ..... SI CHIAMA REGIME DEMOCRATICO, STATO DI POTERE O PEGGIO; DITTATURA.

http://www.beppegrillo.it/…/parlamento/pdf/5G5S_18.03.16.pdf

venerdì 5 dicembre 2014

ANDATE IN TV ?



Molti chiedono ai portavoce di andare in TV, a informare chi non arriva al web
Anche la recente disinformazione pilotata,  (Vedi Tg3 Airola, l’elenco è lungo)  chiede una riflessione sulle apparizioni televisive; “ Indispensabili  quanto  minate ”. Milioni di cittadini in attesa di una informazione nativa, non alterata, non ri-maneggiata ……… sono continuamente raggirati, a loro insaputa.
- Se fai l’intervista, la montano come pare a loro, snaturando il concetto del messaggio comunicativo.
- Se vai ai talk show di approfondimento politico, pilotano le domande, ti interrompono, fanno in modo che qualcuno si sovrapponga, arriva la pubblicità.
Ma come detto le apparizioni sono indispensabili e minate.

Qual è allora la soluzione per comunicare con i cittadini telespettatori, che avrebbero piacere di ascoltare la verità dai nostri portavoce, tenendosi al riparo dalle imboscate strumentali ?

Premettendo che ognuno di noi e più o meno portato per alcuni compiti specifici……….  
Non è semplice capire quale sia la giusta strategia comunicativa. Il ricordo delle passate apparizioni, consiglia di evitare gli affollati Talk show, di qualunque format, ….. vere e proprie trappole ……. Consiglia, se possibile, di chiedere garanzie sulla pubblicazione integrale delle interviste, nel post produzione,   ……  consiglia di evitare le frequenti richiesta di interviste volanti  approcciate per strade e piazze, …… senza negarsi …..  precisando solo …..  «mi perdoni chieda agli addetti alla comunicazione »
Deve essere riconosciuto a “maggioranza” un gruppo di persone capaci di dominare la scena televisiva, di essere convincenti, padroni del controllo verbale, calibratamente istituzionali, moderatamente incazzati, con quella giusta dose di loquacità, che non addormenta e non spaventa.  Rappresentanti che sappiano  riflettere prima di far vibrare le corde vocali , dei piloti della linea comune.
Evitando così, l’armata Brancaleone del tutti sparsi appassionatamente.

Per fare qualche nome, tra quelli già visti : Di Maio, Morra,  Airola, Martelli, Dadone, Daga, Fico, Nuti, Spadoni , Dell’Orco, Ruocco, Giordano, Taverna, Lezzi ……   Di Battista non l’ho dimenticato …..  deve crescere, troppo istintivo, allontana una parte del pubblico.        

Sarà forse il caso di creare questo gruppo di riferimento comunicativo e delegare a queste persone, l’aspetto della comunicazione pubblica ?
 




Nessun commento:

Posta un commento